Alt(r)i Ascolti - Nuove opportunità per Chamois

Con ​Alt(​r)​iAscolti​ intendiamo continuare a costruire l’offerta culturale a Chamois,  aggiornandola rispetto ai nuovi bisogni emersi con drammaticità a seguito della pandemia. Vogliamo evolverci verso un evento che coniuga l’arte musicale alla conoscenza del territorio, della montagna, delle possibilità di lavoro e delle strategie di sviluppo sostenibile. Gli incontri con ricercatori ed esperti contribuiranno a promuovere il dibattito con la comunità locale su una idea di sviluppo e sulle sfide che Chamois, e i territori di montagna in genere, devono affrontare per superare la dipendenza da un’economia basata solo sul turismo.

Alt(r)i Ascolti - Nuove opportunità per Chamois

Con ​Alt(​r)​iAscolti​ intendiamo continuare a costruire l’offerta culturale a Chamois,  aggiornandola rispetto ai nuovi bisogni emersi con drammaticità a seguito della pandemia. Vogliamo evolverci verso un evento che coniuga l’arte musicale alla conoscenza del territorio, della montagna, delle possibilità di lavoro e delle strategie di sviluppo sostenibile. Gli incontri con ricercatori ed esperti contribuiranno a promuovere il dibattito con la comunità locale su una idea di sviluppo e sulle sfide che Chamois, e i territori di montagna in genere, devono affrontare per superare la dipendenza da un’economia basata solo sul turismo.

Si rinnova l’appuntamento di un nuovo modo di ascoltare Chamois

Seconda edizione: 7-10 luglio 2022
 

Dall 7  al 10 1 luglio 2022 si terrà la seconda edizione della nuova manifestazione Alt(r)i Ascolti, organizzata dall’Associazione Insieme a Chamois. Sarà caratterizzata da un'offerta sfaccettata di attività, che la differenziano dalle manifestazioni musicali del passato. 

La manifestazione, completamente gratuita, coprirà un arco di 4 giorni dal 7 al 10 luglio 2022, con l'obiettivo di attrarre un turismo attento alla cultura, alla musica e all’ambiente.

La manifestazione Alt(r)i Ascolti, oltre alle performance musicali, offre quattro giorni fitti di appuntamenti che permetteranno di apprezzare le peculiarità del luogo e della montagna in generale. Al mattino vi saranno passeggiate accompagnate da una guida ambientale per conoscere il territorio (descrizione delle caratteristiche architettoniche, di geologia, flora e fauna); nel pomeriggio vi sarà un concerto all’aperto, mentre fra tardo pomeriggio e  la sera incontri su temi ambientali e sulla montagna, performance teatrali, film.

I partecipanti al festival avranno poi modo di apprezzare la cucina locale nelle sue molteplici sfumature, interpretata dai vari ristoratori. I momenti del pranzo, della merenda e della cena saranno quindi occasione per sparpagliarsi nei ristoranti e nei bar di Chamois e delle sue frazioni, per gustare le molte ottime specialità locali.

La musica

La direttrice artistica di Alt(r) iAscolti sarà Luciana Galliano musicologa e studiosa di estetica musicale, la quale coniuga un’approfondita conoscenza della musica con un dottorato in Musicologia conseguito presso l’Università di Arti e Musica di Tokyo.

Luciana Galliano ha collaborato continuativamente con la RAI come autrice di testi e realizzato programmi per RadioDue e RadioTre, ha partecipato più volte a programmi di informazione culturale, presentando propri libri, opinioni e progetti. Ha organizzato diversi eventi musicali, per la manifestazione di arte contemporanea della Città di Atene Art Athina, una rassegna di concerti presso l’Accademia Filarmonica Romana e, oltre ad altri concerti, ha in diverse occasioni realizzato il sound per mostre (Galleria Persano, Ars Technica), proiezioni e manifestazioni varie. Ha recentemente concluso un proprio vasto progetto Fluxo, una performance multidisciplinare presentato negli spazi di Pirelli Hangar Bicocca a Milano.  Fluxo è un articolato progetto immersivo e crossdisciplinare, vincitore dell'Italian Council (9.Edizione 2020)

I concerti saranno eseguiti da noti interpreti e da giovani solisti di talento. La particolare e felice condizione acustica di Chamois permette di ripensare l’ascolto musicale in programmi musicali che affiancano brani amati e immediatamente comunicativi ad aspetti più innovativi e creativi, con l’occasione di godere delle sfumature del suono naturale senza alcuna amplificazione o manipolazione. I programmi scelti per i concerti sono in parte novecenteschi, un secolo che ha prodotto grandi fervori intellettuali e musica appassionante e godibile, anche se meno nota. I concerti, previsti di 60 minuti circa di musica, saranno introdotti dalla dott.ssa Luciana Galliano.

7/7  – Concerto e performance teatrale

h. 15.00 apertura del festival. Saluto delle Autorità e introduzione di Luciana Galliano

h.15,30 Concerto di Sawa Kuninobu e Tomoka Osakabe, duo di violini. Giovani interpreti già professionalmente affermate – Sawa è violino di fila nell’Orchestra RAI e Tomoka nell’Orchestra del Teatro Regio – interpreteranno i duetti di Bela Bartók e Luciano Berio – deliziosi brevi aforismi dedicati ad amici – e altri brani di Schnittke.

h.18.00 performance Bonatti je t’aime di Elena Pisu – Uno spettacolo sulla profonda fascinazione che gli scritti del memorabile alpinista/giornalista/avventuriero hanno suscitato in una danzatrice, che tenta così di rivivere le esperienze e le avventure narrate, attraverso la danza e la creazione di immagini in movimento.

8/7 – Passeggiata, Concerto  e Film

h.9.15 Passeggiata con guida ambientale al Lago di Lod – 4 Km, dislivello 150 m. Ritrovo davanti al Comune di Chamois (rientro in paese previsto per le ore 12.30)

h 15,30 Concerto di Weiping Uang e Sophie Boucheau, duo di liuto pipa. Il liuto pipa, arrivato in Cina dall’Asia centrale intorno al I sec. a.C., si afferma grazie alla sua brillante sonorità e al vasto repertorio come strumento fra i più amati e ricchi di tradizione. La virtuosa di livello internazionale Weiping Wang spazia da brani classici a composizioni del XX secolo, alcuni interpretati in duo con la figlia Sophie Boucheau.

h. 18.00 proiezione del film Li Manshan: portrait of a folk Daoist (in lingua originale, sottotitolato in inglese) dello studioso Stephen Jones (Università di Londra, SOAS), su di un gruppo di musicisti daoisti in uno sperduto villaggio di montagna rimasti indenni alle traversie anche tragiche della Cina postbellica. Il film sarà presentato da Jacopo Scarin, PhD in studi daoisti. Sarà proiettato nella sala polivalente del Comune.

9/7 – Convegno, Concerto e Incontro

h.9.15 Convegno “Turismo in quota, e poi? Quali produzioni per la montagna” coordinato dal prof. Alessandro Cavalli (Accademia dei Lincei e Accademia delle Scienze di Torino).

Il recupero delle attività tradizionali e l'innesto di attività innovative, legate alla valorizzazione delle risorse energetiche da fonti rinnovabili e offerte dal telelavoro, possono contribuire a ripopolare le zone montane offrendo nuove opportunità alle giovani generazioni della popolazione locale e la possibilità di rivitalizzare il territorio con una nuova popolazione.

Relatori: prof. Filipp Barbera dell'Università di Torino, “La metromontagna, un progetto per riabitare le terre alte”; prof. Andrea Membretti dell’Università di Pavia “Invertire i trend demografici”. Dr. Giuseppe Canale gestore del sito Storie del bio “Esperienze di agricoltura biologica“. Seguono gli interventi degli agronomi dr.ssa Isabella Devetta e dr. Marcello Musa.

Il convegno si terrà nella sala polivalente del Comune.

h. 15,30 Concerto di Francesco Dillon, violoncello. Interprete acclamato nelle più importanti sale del mondo, membro del Quartetto Prometeo, Francesco Dillon propone, accanto a classici del violoncello, brani della più affascinante musicalità novecentesca di Hardy, Knaifel, Sciarrino.

h18.00 Ogni albero è un poeta, incontro con Tiziano Fratus poeta e scrittore. Un’occasione per ascoltare il poeta e scrittore Tiziano Fratus. Poeta, cercatore d’alberi e filosofo, Tiziano Fratus ha coniato i concetti di “uomo/donna radice”, “dendrosofia” e “selva itinerante” approfondendo i nessi tra dimensione umana e dimensione naturale. Fra le sue opere Ogni albero è un poeta (Mondadori) e Giona delle sequoie (Bompiani).

10/7 – Passeggiata, Concerti in chiesa e all'aperto

h 9.15 Il tessitore di foreste. Passeggiata con Tiziano Fratus . Ritrovo davanti al Comune di Chamois. Nel verde del bosco in un clima di silenzio e serenità, Tiziano Fratus ci guiderà a meditare per ricostruire il nostro rapporto col mondo. Rientro in paese previsto per le h. 11.00.

h 11.30 Concerto dei Novi Cantores. Diretto da Matteo Gentile e Marta Dziubińska, l'ensemble di giovani interpreti già professionalmente affermati eseguirà musica sacra del grande repertorio rinascimentale (Byrd, Palestrina, Lasso), con particolare attenzione alla messa parodia. Poiché eseguono musica sacra suoneranno in chiesa.

h 15,30 Concerto del Duo Gleam, Luigi Ceccarelli live electronics e Gianni Trovalusci flauti e tubi sonori. Il suono reale di Gianni Trovalusci è trasferito nella dimensione digitale per essere elaborato in tempo reale dal compositore Luigi Ceccarelli: “Il suono diventa forma complessa e, proiettato nell’ambiente, origina il dialogo continuo tra i due interpreti: una esperienza immersivo sapienziale sugli infiniti possibili mondi sonori”.

h. 18.00 Brindisi di chiusura

 

La Conoscenza del territorio

Il territorio del Comune di Chamois è ricco di flora, fauna e strutture architettoniche, che meritano di essere conosciute. Tiziano Fratus  ci accompagnerà in una passeggiata nel bosco. Una guida naturalistica residente a Chamois accompagnerà le persone interessate in escursioni dedicate alla scoperta dell’ambiente. Uno scultore potrà invece accompagnare i partecipanti a scoprire le sculture distribuite nelle varie frazioni e prodotte nel corso dei simposi di scultura promossi negli anni passati dalla nostra Associazione.

Cosa portare per le passeggiate in montagna

Per partecipare alle passeggiate è bene essere attrezzati adeguatamente, le gite potrebbero subire delle modifiche in base alla situazione atmosferica e climatica, a giudizio della Guida.

  • Zaino (evitare borse, sacche, tracolle)
  • Scarponcini da trekking con suola scolpita. Evitare scarpe a suola liscia (ginnastica o tennis): non si verrà ammessi alla gita.
  • Abbigliamento a strati. Il clima alpino è soggetto a forti ed imprevedibili escursioni termiche, pertanto si consiglia un abbigliamento che consenta di coprirsi e scoprirsi con facilità
  • Maglietta in microfibra traspirante, pile, giacca antivento impermeabile
  • Pantaloni comodi da escursionismo, evitare i jeans
  • Bastoncini da trekking
  • Cappellino, guanti leggeri, occhiali da sole, crema solare
  • Borraccia piena, scorta di acqua

 

Gli Incontri

Convegno 

“Turismo in quota, e poi? Quali produzioni per la montagna” coordinato dal prof. Alessandro Cavalli (Accademia dei Lincei e Accademia delle Scienze di Torino).

Il recupero delle attività tradizionali e l'innesto di attività innovative, legate alla valorizzazione delle risorse energetiche da fonti rinnovabili e offerte dal telelavoro, possono contribuire a ripopolare le zone montane offrendo nuove opportunità alle giovani generazioni della popolazione locale e la possibilità di rivitalizzare il territorio con una nuova popolazione.

Relatori: prof. Filipp Barbera dell'Università di Torino, “La metromontagna, un progetto per riabitare le terre alte”; prof. Andrea Membretti dell’Università di Pavia “Invertire i trend demografici”. Dr. Giuseppe Canale gestore del sito Storie del bio “Esperienze di agricoltura biologica“. Seguono gli interventi degli agronomi dr.ssa Isabella Devetta e dr. Marcello Musa.

Il convegno si terrà nella sala polivalente del Comune.