Alt(r)i Ascolti - Nuove opportunità per Chamois

Con ​Alt(​r)​iAscolti​ intendiamo continuare a costruire l’offerta culturale a Chamois,  aggiornandola rispetto ai nuovi bisogni emersi con drammaticità a seguito della pandemia. Vogliamo evolverci verso un evento che coniuga l’arte musicale alla conoscenza del territorio, della montagna, delle possibilità di lavoro e delle strategie di sviluppo sostenibile. Gli incontri con ricercatori ed esperti contribuiranno a promuovere il dibattito con la comunità locale su una idea di sviluppo e sulle sfide che Chamois, e i territori di montagna in genere, devono affrontare per superare la dipendenza da un’economia basata solo sul turismo.

Alt(r)i Ascolti - Nuove opportunità per Chamois

Con ​Alt(​r)​iAscolti​ intendiamo continuare a costruire l’offerta culturale a Chamois,  aggiornandola rispetto ai nuovi bisogni emersi con drammaticità a seguito della pandemia. Vogliamo evolverci verso un evento che coniuga l’arte musicale alla conoscenza del territorio, della montagna, delle possibilità di lavoro e delle strategie di sviluppo sostenibile. Gli incontri con ricercatori ed esperti contribuiranno a promuovere il dibattito con la comunità locale su una idea di sviluppo e sulle sfide che Chamois, e i territori di montagna in genere, devono affrontare per superare la dipendenza da un’economia basata solo sul turismo.

Un nuovo appuntamento, un nuovo modo di ascoltare Chamois

Prima edizione: 8-11 luglio 2021: scarica la locandina CLICCANDO QUI.
 


Dall'8 all'11 luglio 2021 si terrà la prima edizione della nuova manifestazione Alt(r)i Ascolti, organizzata dall’Associazione Insieme a Chamois. Sarà caratterizzata da un'offerta sfaccettata di attività, che la differenziano dalle manifestazioni musicali del passato. 

La manifestazione, completamente gratuita, coprirà un arco di 4 giorni dall'8 all’11 luglio 2021, con l'obiettivo di attrarre un turismo attento alla cultura, alla musica e all’ambiente.

La manifestazione Alt(r)i Ascolti, oltre alle performance musicali, offre quattro giorni fitti di appuntamenti che permetteranno di apprezzare le peculiarità del luogo e della montagna in generale. Al mattino vi saranno passeggiate accompagnate da una guida ambientale per conoscere il territorio e i suoi prodotti (visite agli alpeggi, degustazione di prodotti locali, descrizione delle caratteristiche architettoniche, di geologia, flora e fauna); nel pomeriggio vi sarà un concerto all’aperto, mentre fra tardo pomeriggio e  la sera incontri su temi ambientali e sulla montagna.

L’ultimo giorno del festival coinciderà con la manifestazione “Atelier degli Artigiani”, promossa dal Comune di Chamois in un'importante sinergia fra Comune e Associazione. I partecipanti al festival avranno poi modo di apprezzare la cucina locale nelle sue molteplici sfumature, interpretata dai vari ristoratori. I momenti del pranzo, della merenda e della cena saranno quindi occasione per sparpagliarsi nei ristoranti e nei bar di Chamois e delle sue frazioni, per gustare le molte ottime specialità locali.

La musica

La direttrice artistica di Alt(r) iAscolti sarà Luciana Galliano musicologa e studiosa di estetica musicale, la quale coniuga un’approfondita conoscenza della musica con un dottorato in Musicologia conseguito presso l’Università di Arti e Musica di Tokyo.

Luciana Galliano ha collaborato continuativamente con la RAI come autrice di testi e realizzato programmi per RadioDue e RadioTre, ha partecipato più volte a programmi di informazione culturale, presentando propri libri, opinioni e progetti. Ha organizzato diversi eventi musicali, per la manifestazione di arte contemporanea della Città di Atene Art Athina, una rassegna di concerti presso l’Accademia Filarmonica Romana e, oltre ad altri concerti, ha in diverse occasioni realizzato il sound per mostre (Galleria Persano, Ars Technica), proiezioni e manifestazioni varie. Attualmente sta lavorando ad un proprio vasto progetto che prevede musicisti, cantanti e artisti, che andrà in scena nella seconda metà di novembre a Milano.

I concerti saranno eseguiti da noti interpreti e da giovani solisti di talento. La particolare e felice condizione acustica di Chamois permette di ripensare l’ascolto musicale in programmi musicali che affiancano brani amati e immediatamente comunicativi ad aspetti più innovativi e creativi, con l’occasione di godere delle sfumature del suono naturale senza alcuna amplificazione o manipolazione. I programmi scelti per i concerti sono in parte novecenteschi, un secolo che ha prodotto grandi fervori intellettuali e musica appassionante e godibile, anche se meno nota. I concerti, previsti di 60 minuti circa di musica, saranno introdotti dalla dott.ssa Luciana Galliano.

8/7  – Concerto per corno di Martin Mayes
Mayes è un cornista inglese e suonatore di corno delle Alpi e ha già partecipato ad eventi musicali a Chamois. Il suo concerto, imperniato sull’improvvisazione strutturale e creativa, parte dall’idea di montagne come luoghi di transito e, per quanto inospitali, dimore di pastori e divinità.

9/7 – Concerto per flauto di Mario Notaristefano
Notaristefano è un giovane allievo del grande Mario Caroli, a sua volta miglior allievo di Severino Gazzelloni. Insegna da anni alla Scuola Superiore di Musica di Friburgo. In concerto suonerà brani noti e amati del repertorio flautistico come Syrinx di Debussy e brani di Takemitsu, Sciarrino e Jolivet.

10/7 – Concerto per chitarra di  Elena Casoli
Elena Casoli è un'interprete internazionalmente affermata; insegna da anni chitarra e musica da camera alla Scuola di Studi Superiori di Arti dello Spettacolo a Berna. Il suo repertorio spazia dalla musica antica al contemporaneo e in concerto presenterà brani di Paganini, Harrison, Weiss ecc.

11/7 – Concerto di musica barocca del  Trio Musas (Marina Degrassi soprano, Stefanina Priotti violino e Paolo Cavallo organo)
Il nome è acronimo di “Musicae Sabaudiae Amicorum Societas”; in base ad approfondite ricerche musicologiche propongono un repertorio di compositori barocchi piemontesi, fra cui alcune partiture di monache del Monastero della Visitazione di Pinerolo, brani ignoti nonostante la bellezza della musica. Il concerto si terrà nella Chiesa Parrocchiale.

11/7  Concerto per percussioni (2 marimbe,  tamburi in pelle, casse e piatti) del  “Synchronos Duo”
I componenti del Duo sono Lorenzo Guidolin e Lorenzo Barbera, entrambi valdostani e giovani ex allievi del maestro Balbinutti, uno dei  più quotati insegnanti di percussioni;  un concerto trascinante con brani di Steve Reich (fra cui
Clapping hands), Maurice Ravel, Jannis Xenakis ecc.

La Conoscenza del territorio

Il territorio del Comune di Chamois è ricco di flora, fauna e strutture architettoniche, che meritano di essere conosciute. Una guida naturalistica residente a Chamois accompagnerà le persone interessate in escursioni dedicate alla scoperta dell’ambiente. Uno scultore potrà invece accompagnare i partecipanti a scoprire le sculture distribuite nelle varie frazioni e prodotte nel corso dei simposi di scultura promossi negli anni passati dalla nostra Associazione. Sarà anche possibile effettuare degustazioni di prodotti del territorio (formaggi, birra, miele).

Cosa portare per le passeggiate in montagna

Per partecipare alle passeggiate è bene essere attrezzati adeguatamente, le gite potrebbero subire delle modifiche in base alla situazione atmosferica e climatica, a giudizio della Guida.

  • Zaino (evitare borse, sacche, tracolle)
  • Scarponcini da trekking con suola scolpita. Evitare scarpe a suola liscia (ginnastica o tennis): non si verrà ammessi alla gita.
  • Abbigliamento a strati. Il clima alpino è soggetto a forti ed imprevedibili escursioni termiche, pertanto si consiglia un abbigliamento che consenta di coprirsi e scoprirsi con facilità
  • Maglietta in microfibra traspirante, pile, giacca antivento impermeabile
  • Pantaloni comodi da escursionismo, evitare i jeans
  • Bastoncini da trekking
  • Cappellino, guanti leggeri, occhiali da sole, crema solare
  • Borraccia piena, scorta di acqua

 

Gli Incontri

La conoscenza della montagna e del suo ambiente nelle varie declinazioni sarà arricchita da conferenze di sicuro interesse non solo per i turisti, ma anche per gli operatori locali. I temi verteranno sul clima in montagna, sul programma di sviluppo  delle comunità montane, sull’utilizzo delle risorse idriche delle terre alte, con relatori docenti universitari e appartenenti a organizzazioni che si occupano di ambiente e di sviluppo della montagna. Hanno confermato la loro presenza Elisa Palazzi, Marco Bussone e Claudia Apostolo.